Un giorno nella vita di un espatriato a Surabaya, in Indonesia



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Foto: autore

Un insegnante di inglese a Surabaya, in Indonesia, condivide una giornata tipo, dalla chiamata alla preghiera al nasi goreng.

Per la maggior parte dei Surabay la giornata inizia alle 4:30 del mattino con la chiamata alla preghiera facendogli cenno dai loro letti alla moschea. L'Indonesia è il più grande paese islamico del mondo, con l'86% dei 243 milioni di persone che si definiscono musulmani.

Non rientro in questa categoria e sono diventato così abituato alla chiamata, che la canzone della moschea del quartiere raramente mi sveglia. No, la mia giornata inizia almeno quattro ore dopo, con una tazza di kopi tubruk alle 9 in punto - caffè fatto con chicchi di caffè tritati, zucchero e acqua bollente - e una ciotola di farina d'avena importata.

Dopo colazione è ora di sciacquare il sudore mattutino che senza dubbio ha iniziato a formarsi in questo clima tropicale, quindi sono fuori dalla cucina e in bagno per un mandi. Il bagno è completamente rivestito di piastrelle e per una buona ragione: non c'è vasca da bagno, tenda da doccia, soffione o acqua calda per quella materia. Tuttavia, c'è una bacinella di piastrelle e un secchio ... Ahh, il mandi - un processo di scoop e splash sicuro di svegliarmi se il mio kopi tubruk non lo ha fatto. Se mi sento particolarmente freddo o schizzinoso, l'aggiunta di una pentola capiente di acqua bollente toglie il bordo.

Verso mezzogiorno, mi unisco a quella che sembra la maggioranza dei circa 3,5 milioni di abitanti delle città che si recano al lavoro, a scuola o tornano alla moschea. Non mi raggiungo in macchina, bemo (piccolo bus), becak (pedicab) o taxi, ma in moto. Scatena la follia ... Le corsie non valgono e le leggi valgono solo quanto la tangente che paghi; ma l'effetto del beep amichevole non deve essere sottovalutato - una vocina che grida: "Io esisto, non investirmi!" in mezzo alla folla clamorosa.

Mentre vado al lavoro, passo diversi tributi statuari ai guerrieri del passato: Surabaya è orgogliosamente chiamata la città degli eroi ed è il luogo in cui è iniziata la lotta per l'indipendenza indonesiana. Il presidente Soekarno annunciò l'indipendenza indonesiana il 17 agosto 1945, ma gli olandesi rimasero ostinatamente fino al 1949.

I giovani di Surabayan furono oltraggiati dagli olandesi e istigarono la battaglia di tre settimane di Surabaya il 10 novembre. Sfortunatamente, gli indonesiani persero questa battaglia ma lo sforzo segnò una nuova posizione sulla questione dell'indipendenza, e il 10 novembre è ora celebrato come il Giorno degli Eroi in tutto il mondo. dell'Indonesia.

All'arrivo a scuola passo un po 'di tempo a chiacchierare con lo staff e i miei colleghi insegnanti prima di programmare le lezioni. Il mio collega, Greg, condivide la sua ultima rivelazione sulla lingua indonesiana: malama, una parola che ha creato che significa "una lunga notte", (malam si traduce in notte e lama in molto tempo), la trovo abbastanza intelligente e gli insegnanti locali ridono ma rimangono educatamente per niente impressionati.

Le due rotolano intorno e ho fame per un pranzo a base di gado-gado, un'insalata di verdure al vapore (patate, cavoli, tofu e fagioli mung) servita con una salsa di arachidi paradisiaca preparata con una base di latte di cocco e un uovo sodo.

Il carrello gado-gado di Pak (Mr) Frendy è nello stesso posto tutti i giorni, fuori dalla moschea dietro l'angolo, e conosce il mio ordine a memoria: no lontong (tortino di riso pressato) e facile con la salsa di arachidi. Due minuti a piedi e 6.000 rupie dopo - circa 75 centesimi di dollaro USA - e sono pronto.

Finalmente l'orologio segna le tre ed è ora di insegnare l'inglese: passo il resto della mia giornata lavorativa a rispondere a domande del tipo: "Qual è la differenza tra stronza e biotch?" e addestrando gli studenti a pronunciare il suono "th" come thhhh, piuttosto che duh. (Non ci sono problemi di pronuncia stereotipati asiatici con la r e la l, anche se è interessante notare che la maggior parte degli studenti balinesi confonde le proprie p e f).

Il viaggio verso casa delle 9 dopo il lavoro è molto più rilassante del viaggio verso casa, la notte nasconde l'inquinamento e i rifiuti e i parchi della città sono tutti luminosi con luci festive, che fanno guadagnare alla città il suo nuovo soprannome: Sparkling Surabaya. Possiamo gentilmente ringraziare l'ente del turismo per questo.

Intorno alle 21:30 Incontro mio marito a casa, lui con la cena in mano - nasi goreng (riso fritto) di un venditore ambulante particolarmente talentuoso nel nostro quartiere, Pak Heru, che ci dà da mangiare quasi tutte le sere quando siamo troppo stanchi per cucinare da soli. La cena e le storie divertenti della giornata vengono poi condivise accanto al giardino del nostro cortile, alcune zanzare vengono spazzate via, la moschea canta la sua canzone finale e alla fine andiamo a dormire, pronti a ricominciare domani.


Guarda il video: QUANTO COSTA VIVERE A BANGKOK, THAILANDIA. vita quotidiana a Bangkok. DAILY LIFE IN BANGKOK


Commenti:

  1. Arashirn

    Grazie mille! e altri post su questo argomento saranno in futuro? Non vedo l'ora di farlo! zpr.

  2. Hamza

    Mi scuso ma, secondo me, non hai ragione. Scrivimi in PM, comunicheremo.

  3. Imad Al Din

    Condivido pienamente la tua opinione. Mi piace questa idea, sono completamente d'accordo con te.



Scrivi un messaggio


Articolo Precedente

Vinci un paio di scarpe KEEN e altro ancora

Articolo Successivo

Note su dieci passeggiate / due discorsi