Contemplando la casa e le vacanze in Polonia



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

L'espatriata americana Jenna Makowski crea le sue tradizioni natalizie in Polonia.

Il bicchiere di vino cadde a terra, frantumando nord, sud, est e ovest. Lo schianto annunciò un silenzio istantaneo, le risate e la conversazione addolcita dal vino si fermarono. Seguirono alcuni momenti imbarazzanti, sulla scia dell'incidente.

“Eh, non preoccuparti. È solo un bicchiere. " Il colpevole saltò per lenire la tensione, il suo atteggiamento bonario si diffuse rapidamente, ripristinando l'umore vibrante. Saluti. Battere le mani.

La persona più vicina al luogo dell'incidente si è precipitata a prendere una scopa, mentre la conversazione e le risate riprendevano, le cicatrici dell'incidente si sono rapidamente attenuate e dimenticate.

"È così che sai di aver fatto una bella festa, amico. Vetro rotto ", ha commentato il mio amico mentre trasportava i frammenti in cucina per farli riposare accanto alla nostra crescente collezione di bottiglie vuote e piatti sporchi.

È stata una bella festa. Una stanza di stomaco pieno, bicchieri di vino pieni, conversazioni piene e amicizie piene rendono una serata positiva, sempre e ovunque.

Ma questo evento è stato più di una festa per me. Il fine settimana a cavallo tra novembre e dicembre era diventato il mio Ringraziamento, il mio Natale e la mia festa di compleanno (che semplicemente si libra tra i due), tutto in uno.

Il periodo tra la fine di novembre e la fine di dicembre è sempre il più impegnativo per me, vivendo come un expat americano in Polonia, poiché quelle occasioni di festa convergono a ricordarmi che sono lontano da casa. In Polonia, il Ringraziamento è solo un altro giovedì di novembre. E per ora viaggiare a casa per Natale è un'impossibilità finanziaria, come prevedo e spero per il giorno in cui le compagnie aeree a basso costo cominceranno a farsi strada attraverso l'Atlantico.

Ma la casa non è qualcosa che definisco sempre come luogo. Piuttosto, sono le persone che riempiono un luogo e vi infondono calore e significato. Questo atteggiamento si traduce nella libertà di creare "casa" ovunque io sia. Le persone si trasformano in amici mentre le vacanze potenzialmente solitarie si trasformano in esperienze condivise.

Quindi ho deciso di cucinare una pseudo cena del Ringraziamento, che serviva anche come cena di compleanno e cena di Natale anticipata, e l'ha ospitata proprio nel mezzo di tutti loro. Ho creato la mia vacanza.

Tuttavia, richiedeva un po 'di flessibilità. La solidificazione di una data richiedeva manovre pazienti, poiché i compagni espatriati e i colleghi transitori prendevano accordi per disperdersi in tutte le direzioni per l'imminente pausa invernale. La prima lezione che ho imparato sulla mia vacanza è che non potrebbe assolutamente condividere un appuntamento con nessuna delle tre festività che avrebbe dovuto rappresentare.

Anche la mia lista della spesa necessitava di modifiche, poiché le prospettive di trovare un tacchino completo diminuivano con ogni negozio che visitavo.

"Quindi sei andato fuori di testa con una vacanza intera?" chiese il mio primo ospite ad arrivare, varcando la porta carico di piatti da condividere. "Tacchino e ripieno e salsa e patate dolci?"

"Be ', suppongo che sarà una cena modificata" ammisi sorridendo. "È così difficile trovare un tacchino qui, sai? Il pollo è un buon sostituto. "

“Sì, un pollo arrosto sembra un tacchino arrosto. Solo più piccolo, giusto? "

Destra. Ma avevo fatto un ulteriore passo avanti. Tentata in cucina dall'aroma del cibo quasi pronto, la mia collega polacca sbirciò nel forno, con un'espressione divertita sul viso. "Allora, ecco che arriva la tradizionale casseruola di pollo del Ringraziamento, eh?"

"Shh, è 'tacchino'", ho scherzato. Risata. “Inoltre oggi è, tecnicamente, pochi giorni dopo le vacanze. La tradizione post-festiva in America è di unire tutti gli avanzi in un'enorme casseruola e cuocerla. Quindi, davvero, sono qualche passo avanti al gioco. "

Questo è il bello delle tradizioni: sono flessibili. Possono sembrare abitudini senza tempo e immutabili, schemi che si rompono solo a scapito del mondo che cade a pezzi; è così che la società li ritrae, comunque. Le pubblicità costanti dicono, ad esempio, che tu dovere compra questa marca di ripieno il giorno del Ringraziamento. Il presupposto è, ovviamente avrai il tacchino il giorno del Ringraziamento e ovviamente avrai bisogno di ripieno. I centri commerciali fanno il conto alla rovescia dei giorni fino al 25 dicembre, perché ovviamente Il Natale è il 25 dicembre; è allora che si celebra la festa.

La casa non è qualcosa che definisco sempre come luogo.

Ma nella mia esperienza, ho imparato che le tradizioni vengono create e le tradizioni sono flessibili. Le tradizioni natalizie che hanno dato struttura alla mia infanzia erano in realtà un mix di intrugli polacchi e americani che si trasformavano e cambiavano un po 'ogni anno. Una miscela di modelli dei miei bisnonni polacchi (Christmas Eve pierogis e le funzioni religiose di mezzanotte) infuse con una forte dose di modelli americani (centri commerciali delineati con ghirlande e case suburbane delineate con fili di luci) che mutavano continuamente mentre la famiglia si muoveva e cambiava, cresceva e si rimpiccioliva.

E sono abbastanza sicuro che molte tradizioni natalizie, definite come "verità" dal punto di vista della mia infanzia, fossero confinate solo all'interno della mia famiglia. Devo ancora incontrare qualcuno, oltre a mia madre, che incorpori una ricetta di pretzel Jell-o nelle cene delle vacanze.

"Sfortunatamente", ho annunciato ai miei ospiti, seduto comodamente intorno al tavolo mentre iniziavo a portare i piatti fumanti dalla cucina, "la ricetta speciale per le vacanze di mia madre, il pretzel Jell-o, è fallita quest'anno. Non sono riuscito a trovare il giusto tipo di crema pasticcera. "

La delusione fu contenuta solo a me, però, mentre i piatti di tutti si riempivano. Comunque, probabilmente non ci sarebbe stato spazio sul tavolo.

"Cosa sono questi?" chiese la nonna del mio amico, sbirciando nel piatto di patate dolci. Le patate dolci vengono mangiate raramente in Polonia, sono molto difficili da trovare e probabilmente sono un po 'scoraggianti con il loro colore arancione brillante che contrasta con una cultura alimentare basata su ortaggi a radice smorzata.

"Sono patate dolci", iniziai, preparandomi a spiegare.

Ma la donna più anziana aveva già sentito parlare di questa tradizione festiva americana. "Słodki ziemniaki!" esclamò in polacco. Era molto entusiasta di provare un nuovo cibo.

Ho cercato di scusarmi anche per le modifiche che avevo apportato a quella ricetta, la mancanza di marshmallow che di solito accompagnano il piatto.

Ma a quelli seduti attorno al tavolo non sembrava importare. Abbiamo passato i piatti da sinistra a destra, dalle mani del mio amico americano, alle mani di amici inglesi e australiani, alle mani di amici francesi, polacchi e russi. Non era davvero il cibo in sé che contava. Eravamo tutti seduti intorno a un tavolo, passando cibo in stile familiare, mentre risate e conversazioni si mescolavano. Alcune tradizioni non hanno bisogno di essere modificate.

Connessione alla comunità

Leggi altre esperienze di vacanza da espatriati nella serie Celebrating Holidays Away from Home di Matador.


Guarda il video: Perchè la POLONIA è il paese ideale per la SOSTA LIBERA in CAMPER


Commenti:

  1. Kajibei

    Che frase interessante

  2. Macauslan

    la frase molto divertente

  3. Gardataxe

    lo sto già prendendo! Super!

  4. Mezigis

    Secondo me, ti sbagli. Sono sicuro. Discutiamo questo. Inviami un'e -mail a PM, parleremo.

  5. Becan

    Le informazioni divertenti

  6. Cyneley

    Che frase toccante :)



Scrivi un messaggio


Articolo Precedente

Aggiornamento sul terremoto di Haiti: lista delle donazioni

Articolo Successivo

Paul Theroux su "Ghost Train to the Eastern Star"