Come sfidare la definizione di pericoloso


È possibile reimmaginare la nostra comprensione delle destinazioni pericolose? Natalie Grant esplora come effettuare il cambiamento, nonostante la nostra comprensione del rischio e della ricompensa.

Mi sto preparando per il mio viaggio in Sud Africa era una confusione di avvertimenti, una valanga di no e guardie.

Una volta lì, però, la mia cara amica Jess (nata e cresciuta in Sud Africa) ha spiegato il vero significato della frase spesso usata “This is Africa” (TIA) davanti a due fantastici bicchieri di Savannah Dry. In sostanza, le cose qui raramente funzionano come te le aspetti.

Mentre divagavamo sulle differenze di legalità nei nostri rispettivi continenti, ha scosso la testa con rammarico e ha aggiunto: "Il mondo è diventato morbido".

Come molti di noi sanno senza dubbio, viaggiare con saggezza è un'altalena incostante; da un lato, la fiducia può diventare arroganza e, dall'altro, la cautela può diventare paranoia. Il primo ti metterà nei guai e il secondo ti negherà le migliori esperienze.

Il trucco sta nel decidere da soli quanto avventurosi siamo disposti a essere e, di conseguenza, quanto del mondo siamo disposti a sperimentare.

Eppure il miscuglio di consigli e storie dell'orrore con cui i media ci inondano rende quasi impossibile decidere in modo obiettivo. Questi pregiudizi tramandati di tanto in tanto utili sono il motivo per cui le persone così fiduciose e così scioccamente insistono a marchiare il paese X come "sicuro" e il paese Y come "non sicuro".

Definizione di pericoloso

L'area in cui è cresciuta Jess è piena di più tragedie in una settimana di quante ne potrebbero trovare nel giornale locale a casa. Mi viene da chiedere: cosa definisce un paese pericoloso? E come evitare che la paura ci paralizzi?

I genitori preoccupati dicono: "Vai con un amico". I medici dicono: "Fatti vaccinare". Ma il tuo zaino dice: "Cosa stiamo aspettando?"

Non posso fare a meno di chiedermi se io stesso sono diventato morbido insieme al mondo, e se è possibile de-ammorbidirlo - per pulire via la sterilizzazione

Questo è il motivo per cui qualcuno che si è accampato in Birmania potrebbe ancora temere di camminare da solo di notte a Brooklyn, o perché qualcuno può improvvisare à la 007 quando la sua macchina si guasta in Egitto ma non può cambiare una gomma nel Montana. Questo è il motivo per cui tanti di noi bramano quelle dure lezioni di viaggio come i drogati: perché quel tipo di viaggio distrugge molto facilmente la definizione di "pericoloso" in piccoli pezzi di coriandoli arbitrari e divertenti.

Mentre osservo silenziosamente la forza delle persone qui in Africa, qualcosa di irrazionale mi viene in mente - una legge a metà mandato che ho scritto al college sulla donna anziana che ha fatto causa a McDonald's perché era stata bruciata dal loro caffè. Jess ha ragione. Il mondo - almeno una parte di esso - è diventato molto, troppo morbido.

Vedo le recinzioni elettriche intorno alle fattorie di tutti, i bambini Zulu orfani in cerca di lavoro, i relitti sulle autostrade ... ma vedo anche quanto sia vibrante e mozzafiato il paese e come tutto - il volume, l'emozione - sia apparentemente alzato.

Non posso fare a meno di chiedermi se io stesso sono cresciuto morbido insieme al mondo, e se è possibile de-ammorbidirlo - per strofinare via la sterilizzazione fino a quando la determinazione, lo spirito e la sporcizia sotto le mie unghie riflettono quelli delle persone che incarnano la durezza che ammiro così tanto.

Il mondo in comune

A volte sembra che ci sia una sovrabbondanza di criminalità e sofferenza nel mondo. Il fatto è che le persone agiscono disperatamente di fronte a situazioni disperate. Ed è difficile comprendere la mentalità dell'estremismo senza vedere le condizioni estreme con i nostri occhi.

Forse questo è il motivo per cui tendiamo a etichettare i paesi come "non sicuri", per incomprensione.

Un'educazione nel mondo sviluppato può oscurare la percezione della sofferenza. Ad esempio, una guerra così orribile e arbitraria in prima linea può sembrare, dalle nostre classi sicure, semplicemente necessaria nel corso della storia, sia come madre dell'invenzione che come standard primordiale per la sopravvivenza.

Eppure gli stessi problemi umani - come la fame o il crepacuore - esistono indipendentemente da quale lato del picchetto chiami casa. La differenza è che di solito possiamo trovare un modo per distrarci da questi problemi, mentre la stragrande maggioranza delle persone nel mondo ha gli occhi aperti in stile Arancia Meccanica.

Che si tratti della povertà o del consumismo che combattiamo, che sia la corruzione del governo o l'apatia politica che ci mina ... quando il shiitake colpisce il fanfaronata, il mondo ha più in comune di quanto si possa pensare.

Prepararsi a vivere

Un paese è "pericoloso" solo se scegli di definirlo come tale. Senza etichette, tutti i luoghi su questa terra hanno i loro lati positivi e negativi, hanno alcuni elementi di rischio prevedibili e imprevisti.

Questo non vuol dire che si debba caricare allegramente in Somalia e iniziare a insegnare ai soldati a ballare la linea. Il viaggio intelligente è incentrato sull'equilibrio provvisorio e competente tra fiducia e cautela.

Se noi viaggiatori possiamo abbracciare i nostri atteggiamenti avventurosi con coraggio e responsabilità, possiamo aiutare ad alleviare quelle paure caricate dai media semplicemente comprendendole. Questo non è un semplice turismo pericoloso, ma una consapevolezza che la vita è continuamente caotica.

C'è un vecchio proverbio cinese: le persone in Occidente si preparano sempre a vivere.

Quanti di noi cambierebbero, se potessimo, il nostro Purell e SPF 70 per alcune cicatrici e storie malvagie? Pensa alle tue migliori storie di viaggio; Scommetto che implicano un incidente, uno spavento o un pericolo scongiurato che è il tuo nuovo trucco da festa.

Ognuno di quei momenti di viaggio surreali è un altro millimetro che la tua zona di comfort viene allungata. E sebbene alcuni dei nostri cari continueranno a preoccuparsi quando viaggiamo verso una destinazione "pericolosa", noi viaggiatori sappiamo che l'unico vero pericolo è fingere di avere sempre il controllo.

Forse questa mentalità potrebbe essere catturata in una nuova frase: T.I.L. - Questa è vita.

Cosa ne pensi della definizione di viaggio pericoloso? Condividi i tuoi pensieri nei commenti!


Guarda il video: ADRIANO OLIVETTI E STEVE JOBS -- LA PASSIONE PER IL FUTURO


Articolo Precedente

Cattura il colore e la bellezza a Venezia

Articolo Successivo

Polpette di carne di cane e gallo: i 10 cibi asiatici più esotici