Il sistema delle caste indiano esaminato



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Il 14 aprile ha segnato l'anniversario della nascita di Bhimrao Ramji Ambedkar, il sostenitore che ha combattuto per la rappresentanza politica dei dalit in India. Nato in una famiglia di Dalit o "intoccabili", è stato un pioniere del movimento Dalit, che combatteva le ingiustizie sociali e la discriminazione inflitte ai Dalit.

Chi sono i dalit?

La parola "Dalit" è Marathi e significa qualcuno che è schiacciato o oppresso. In un senso più ampio, significherebbe i membri delle società indiane (una sola società indiana non esiste) che sono stati discriminati perché non facevano parte dei quattro varna (caste) indù. Questi varna erano considerati sacrosanti e posti in posizioni privilegiate nella gerarchia sociale.

Nella gerarchia legittimata, nacque un sistema di disuguaglianza graduata ei Dalit erano i più bassi della piramide: erano considerati "impuri", evitati e alienati. Non solo il loro tocco era considerato minaccioso; la sola vista di loro era considerata dannosa.

E questi sono gli esseri umani di cui stiamo parlando qui.

Le caste superiori mantennero le distanze dai Dalit. Non era permesso loro di camminare lungo le stesse strade di quelli socialmente più privilegiati, e non era permesso bere l'acqua degli stessi pozzi.

Oggi, anche se la costituzione indiana ha abolito il sistema delle caste, i dalit continuano a essere discriminati in molte parti del paese, sia urbane che suburbane.

Chi era B. R Ambedkar?

Attivista, politico, avvocato e antropologo, Ambedkar è stato il primo Dalit a ottenere un'istruzione universitaria in India. Ambedkar lo ha seguito con lauree presso università come la London School of Economics and Political Science e la Columbia University.

Il padre di Ambedkar, Ramji Sakpal, ha incoraggiato i suoi figli a leggere i classici indù (che i dalit non avrebbero dovuto leggere). Avendo ricoperto una posizione di alto livello nell'esercito, Sakpal decise di usare la sua influenza per far ammettere i suoi figli a scuola.

"Anche se è illegale discriminare altri esseri umani, i dalit spesso si trovano ad essere alienati o emarginati dai brahmani delle caste superiori".

Sebbene Sakpal avesse avuto successo nel suo sforzo, non poteva proteggere i suoi figli dalla discriminazione sociale e dall'alienazione. Quando Ambedkar voleva bere acqua, per esempio, qualcuno di una casta superiore doveva versargli l'acqua perché Ambedkar, essendo un Dalit, non poteva toccare né il vaso né l'acqua. Di solito era compito dell'impiegato scolastico versare l'acqua per Ambedkar. Quando l'impiegato era assente dal servizio, doveva rimanere senza acqua.

Ambedkar è stato un forte critico di Mohandas Karamchand Gandhi, che è stato uno dei primi leader a condannare la discriminazione e che, come Ambedkar, ha sostenuto l'annientamento delle caste. Tuttavia, Ambedkar sentiva che la parola usata da Gandhi per i Dalit - harijan - che letteralmente si traduce come "figli di Dio" era molto condiscendente e condiscendente.

Ambedkar pensava che invece di lavorare per la dignità umana e l'uguaglianza, l'atteggiamento di Gandhi nei confronti dei dalit li avrebbe costretti a rimanere sottomessi all'ordine brahmanico o indù.

Come ha detto giustamente lo stesso Ambedkar,

“È un peccato che Caste anche oggi abbia i suoi difensori. Le difese sono tante. È difeso sulla base del fatto che il sistema delle caste non è altro che un altro nome per la divisione del lavoro e se la divisione del lavoro è una caratteristica necessaria di ogni società civile, allora si sostiene che non c'è niente di sbagliato nel sistema delle caste. Ora, la prima cosa che deve essere esortata contro questa visione è che il sistema delle caste non è semplicemente la divisione del lavoro. È anche una divisione dei lavoratori. La società civile ha senza dubbio bisogno della divisione del lavoro. Ma in nessuna società civile la divisione del lavoro è accompagnata da questa innaturale divisione dei lavoratori in compartimenti stagni. Il sistema delle caste non è semplicemente una divisione dei lavoratori che è molto diversa dalla divisione del lavoro: è una [sic] gerarchia in cui le divisioni dei lavoratori sono classificate una sopra l'altra. In nessun altro paese la divisione del lavoro è accompagnata da questa gradazione di lavoratori ".

Essere in fondo alla piramide spesso significa che i Dalit sono trattati molto peggio di qualsiasi altro essere umano. La loro casta è determinata dalla loro nascita. Anche se è illegale discriminare altri esseri umani, i dalit spesso si trovano ad essere alienati o emarginati dai brahmani di casta superiore.

Se vuoi saperne di più sui Dalit, ti consiglio Dalit Network, una risorsa utile per informazioni sulle ingiustizie inflitte ai Dalit.

Connessione alla comunità:

Scopri di più sull'India nella nostra pagina dedicata all'India.


Guarda il video: I Macro Consigli di T. Colin Campbell e Franco Berrino per unalimentazione sana e naturale


Articolo Precedente

Il legame che lega: abbiamo bisogno di alcol per connetterci sulla strada?

Articolo Successivo

6 cose da fare mentre aspetti di votare