Cosa puoi fare per aiutare Haiti [AGGIORNATO]



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Foto: ingro.comagenciadenoticias2.0

Matador sta mobilitando la nostra comunità di viaggiatori per aiutare le vittime del terremoto ad Haiti.

Per favore, dona ora per sostenere i soccorsi:

- UNICEF. Vai online su unicefusa.org/haitiquake o chiama il numero (800) 4UNICEF.

- Croce Rossa. Vai online su redcross.org o chiama il numero (800) REDCROSS.

- Direct Relief International. Dona online su directrelief.org.

- Mercy Corp. Andare online a mercycorps.org o inviare assegni a Haiti Earthquake Fund, Dept. NR, PO Box 2669, Portland, Ore. 97208 o chiamare il numero (888) 256-1900

[L'AGGIORNAMENTO DEL 13/01/2010 alle 11:55 EST è che siamo in procinto di collaborare con la Croce Rossa sul campo e stiamo aspettando di sentire Jet Blue questo pomeriggio. Continua a mostrare il tuo supporto twittando: Aggiornamento critico #Haiti: @JetBlue sta attualmente lavorando sulla logistica. Rimanete sintonizzati. GRAZIE @JetBlue. Possiamo farlo!]

[L'AGGIORNAMENTO AL 13/01/2010 alle 11:49 EST è QUI]
All'inizio di oggi, un terremoto di 7,0 gradi della scala Richter ha colpito la capitale di Haiti, con una serie di scosse di assestamento fino a 5,5 che hanno scosso Port-au-Prince e le aree circostanti. Al momento della stesura di questo documento [9:45 PM EST], la portata completa del danno non è stata determinata; tuttavia, il crollo di un ospedale e la vasta devastazione strutturale suggerisce che il bilancio delle vittime potrebbe essere alto.

Siamo già stati contattati dai lettori di Matador e dai membri della comunità che vogliono sapere come possono aiutare.

Al momento, stiamo lavorando per coordinare un viaggio ad Haiti attraverso la Repubblica Dominicana per i lettori e i membri di Matador che vogliono contribuire come volontari alla ripresa post-terremoto. È uno sforzo enorme e dipenderà in larga misura dalla buona volontà e dai tempi di risposta rapidi dei viaggiatori e dei leader del settore dei viaggi.

La logistica include l'organizzazione del trasporto e dell'alloggio, nonché la determinazione della migliore organizzazione con cui collaborare per contribuire con il nostro tempo e le nostre competenze. Questi dettagli sono in fase di elaborazione in questo momento.

In particolare, Matador sta incoraggiando JetBlue a fornire il trasporto a Hispaniola (l'isola condivisa da Haiti e Repubblica Dominicana) tramite una campagna Twitter. La nostra richiesta viene portata al reparto relazioni aziendali di JetBlue per essere presa in considerazione.

Nel frattempo, abbiamo bisogno del tuo aiuto. Ecco cosa puoi fare:

1. Spargi la voce tramite Twitter

Sebbene il peep di Twitter residente di JetBlue abbia accettato di portare la nostra richiesta alle relazioni aziendali, vogliamo mostrare a JetBlue che abbiamo una massa critica di persone disposte e pronte a fare volontariato. Se riusciamo a riempire un aereo, JetBlue ci porterà lì? Non fa male chiedere, giusto?

Retweet questo messaggio:

@JetBlue: Se @MatadorNetwork potesse riempire un aereo di volontari, li faresti volare a Santo Domingo per aiutare le vittime del terremoto in #Haiti?

2. Aiutaci a riempire un aereo!

Potresti andare ad Haiti per aiutare le vittime del terremoto? Inviami un'e-mail a [email protected] per farmi sapere che desideri essere aggiornato sui nostri progetti di volontariato.

E chiedi ai tuoi contatti se sono interessati ritwittando questo messaggio:

Sei interessato ad unirti a @MatadorNetwork per aiutare le # vittime del terremoto in #Haiti? DM us!

Pubblica un messaggio di stato su Facebook:

Sei interessato ad unirti al nostro sito per aiutare le vittime del terremoto ad Haiti? Invia un'email a Julie @ [email protected] per ulteriori informazioni.

3. Condividi i tuoi contatti e la conoscenza sul campo della regione.

Avremo bisogno di molto aiuto per portare a termine questo viaggio. Se puoi aiutare condividendo contatti a Santo Domingo e Port-au-Prince che potrebbero aiutare con il trasporto locale, il cibo e l'alloggio, indirizzali a [email protected] Se hai contatti negli Stati Uniti che potrebbero fornire aiuti di prima necessità, condividi con loro la stessa email.

4. Spargi la voce.

Se hai un blog o scrivi per un'agenzia di stampa, spargi la voce sul modo in cui utilizziamo i social media per coordinare questo viaggio. Le domande possono essere indirizzate a me: [email protected]


Guarda il video: As COVID cases surge, Haitis Dr. Pape is on the frontline again


Commenti:

  1. Marlayne

    Non ho capito tutto.

  2. Kazrajinn

    Non è chiaro per me.

  3. Kazigis

    Tui hai torto. Scrivimi in PM, parliamo.

  4. JoJolabar

    L'idea di una grande, sono d'accordo.



Scrivi un messaggio


Articolo Precedente

Wunderland Kalkar: centrale nucleare trasformata in parco divertimenti

Articolo Successivo

Cinque consigli per iniziare gli agricoltori biologici