Invio in prima persona dalla Repubblica Dominicana: prendere la strada più lunga



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Un mese tra le montagne centrali della Repubblica Dominicana e il mio mondo si sente di nuovo piccolo.

I bambini che non riconosco corrono da me per suonare "Pollito Pleibe" un gioco di mani ambientato su una canzone in cui gli innamorati si sposano in un ristorante e mangiano pollo alla griglia con un contorno di merluzzo. Il fatto che io non festeggi il Natale è un popolare inizio di conversazione con i miei vicini confusi. "Lo farai dopo quest'anno!"

Un'ora di cammino su una ripida strada di montagna, un tassista motociclistico mi riconosce. "Ti ho visto qui molte volte. Vivi qui, vero? " Sono sicuro. Il mio intestino è regolare a causa della mia yucca quotidiana, i miei polpacci sono lucidi con DEET ma sono ancora morsi, e la mia pelle è abbastanza abbronzata da essere avvertito di non esporre l'Haitiano al sole.

Segue un dibattito sull'attrattiva fisica del popolo haitiano.

Gli haitiani sono stati alcuni dei miei primi amici qui. Si sono affrettati a invitarmi al fiume e alla partita di calcio. Sono stati anche pronti a sporgere denuncia contro i loro vicini dominicani, ma non prima che questi stessi vicini mi avessero messo in guardia sui difetti culturali degli haitiani. Se riesco a capire tutto ciò che sento nel barrio dominicano-haitiano che è la mia casa e il luogo del mio servizio di Peace Corps, potrei essere in grado di fare un ponte in modi che sarebbero più difficili da entrambi i gruppi.

Nel libro Perché i galli combattono (2000), Michele Wucker descrive i dominicani e gli haitiani come cazzi allevati per odiarsi a vicenda, artigliati per scarse risorse, ignari della cerchia di parti interessate che li circondano e che guadagnano denaro dalla loro lotta.

Questo mi aiuta a contestualizzare alcuni dei commenti più brutti che ho sentito. Tuttavia, non spiega tutto.

"Quando entriamo in uno spazio potenzialmente ostile come siamo, aspettandoci il meglio, ci concediamo la possibilità di essere amati".

Un venditore haitiano porta un ponchera di limoncillo che non può sollevare da sola alla testa, ma può portare comodamente senza mani una volta sollevata. Si affida ai suoi clienti dominicani per aiutarla a sollevare il ponchera dopo ogni transazione. E lo fanno. Un rabbino transgender una volta mi ha spiegato che quando entriamo in uno spazio potenzialmente ostile come siamo, aspettandoci il meglio, ci concediamo la possibilità di essere amati. Vedo questo venditore fare una scelta simile ogni giorno, camminando coraggiosamente in un ambiente potenzialmente ostile, senza nemmeno cercare l'amore, solo un giusto prezzo per la frutta.

L'amore ha pesato molto sulla mia scelta di vivere negli Stati Uniti per la maggior parte della mia vita adulta, e la sua caduta ha scosso il mio piccolo mondo abbastanza da poter scegliere di vivere all'estero. Ora, passo le mie giornate in un'organizzazione che serve i giovani poveri, osservando cosa succede e mettendo insieme come potrei essere utile.

Sono entusiasta di come la mia studentessa abbia completato i suoi compiti, "I valori sono molto importanti", scritto 100 volte con calligrafia traballante e righe pulite. Sto mediando le controversie buena o mala palle sulla cancha di pallavolo. Sto visitando le case, incontrando i genitori. Una ragazza trova un paio di mutande troppo grandi per vestire suo fratello in onore della mia visita. Un ragazzo si storta l'orecchio rosso per aver rubato l'adesivo della sorella minore. Una famiglia si siede insieme per setacciare un'enorme ciotola di riso e strappare i pezzetti marci, o per staccare i fagioli dai loro baccelli pelosi. Sto chiamando i ragazzi della strada nella cappella della comunità per fare giochi da tavolo, cedendo quando insistono a fare buchi nelle assi e li guardo andarsene, sorridendo, sfoggiando con orgoglio i loro giochi appesi al collo.

Lascio che la mia madre ospitante ridi un po 'troppo mentre mi guarda mentre cerco di sbucciare i platani verdi con un coltello smussato e senza mani. Rifiuto gli inviti per il caffè di uomini che sibilano e accetto quando gli stessi uomini dicono alle loro figlie dai capelli ricci di estendere l'invito. Sto "osando una vuelta" la sera, facendo un giro, la stessa frase che usano i novios per chiedere il permesso di uscire di casa, ed eccoli lì, a baciarsi contro la motocicletta del muchacho su una strada sterrata che taglia attraverso campi allagati. Un giorno tornerò a quella piccolezza che preme contro le labbra che conoscono le mie. Ma in questi giorni, sto prendendo la strada più lunga.

Connessione alla comunità:

Non è mai troppo tardi per prestare servizio nei Peace Corps. Leggi questa intervista con l'84enne membro dei Peace Corps, Muriel Johnston.

Vuoi essere utile ma senti che i Peace Corps non fanno per te? Abbie Mood offre cinque alternative di Peace Corps.


Guarda il video: Punta Cana #1, Republica Dominicana, Actividades, Informacion, Estafas y Sugerencias


Articolo Precedente

Patrono del mio viaggio intorno al mondo

Articolo Successivo

Come battere la relazione di ritorno a casa blah