Settimana senza impatto, giorno 6: acqua



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Foto: JC Rojas

La studentessa e collaboratrice di Matador U Abbie Mood prende la No Impact Week Challenge.

Nel novembre del 2006, Colin Beavan, residente a New York, insieme a sua moglie e sua figlia, hanno deciso di vivere senza alcun impatto ambientale netto.

Avanti veloce di tre anni dopo, aggiungi l'Huffington Post e avrai la settimana senza impatto. Secondo il sito web, l'obiettivo è "dimostrare i modi in cui piccole azioni nella nostra vita quotidiana possono avere un impatto profondo sul nostro mondo". Insieme, hanno fornito una guida quotidiana con i passaggi che puoi intraprendere per ridurre il tuo impatto nel corso di una settimana. Ogni giorno ha un tema diverso.

Mi unisco a oltre 4.000 persone per affrontare questa sfida per identificare quale impatto stanno avendo le mie azioni (o mancanza di azione) e per scoprire quali aree del mio stile di vita posso cambiare per bilanciare un po 'di più la mia impronta di carbonio.

6 ° giorno: acqua

Sono rimasto davvero sorpreso di scoprire che l'americano medio utilizza 1.189 litri di acqua al giorno. Davvero non pensi a quanta acqua viene utilizzata per ogni sciacquone (4-7 galloni) o per lavarti i denti (circa 2 galloni / giorno).

La prima cosa che ho fatto oggi è stata fare un elenco di tutta l'acqua che consumo durante la giornata (un elenco generale, non quantità specifiche). Ho annotato le basi: sciacquone, spazzolatura dei denti, lavaggio delle mani e del viso, la doccia, il lavaggio dei piatti e poi ho guardato http://www.waterfootprint.org. Mi sono reso conto che dovevo aggiungere anche ogni pasto. E i miei vestiti. E il libro che sto leggendo. Quasi tutto ai nostri giorni ha o richiede acqua. È sbalorditivo.

Quando ero in Cambogia, non potevo lavarmi i denti con l'acqua del rubinetto, quindi abbiamo usato l'acqua delle bottiglie. Stavo cercando di conservare la mia acqua in bottiglia, quindi mi lavavo i denti con una tazza d'acqua accuratamente misurata. Ha funzionato perfettamente, quindi è sicuramente qualcosa che potrei implementare a casa.

Qualcosa che sto già facendo e che è stato suggerito anche nella Guida No Impact era di riutilizzare lo stesso bicchiere per tutto il giorno. Basta sciacquarlo e continuare a usarlo invece di lavarlo costantemente.

Alcune cose che la maggior parte di noi ha sentito prima: fare docce più brevi, chiudere il rubinetto mentre ti lavi i denti. Ma hai sentito questo? "Sciacquare solo se è necessario!" Quando hai bisogno di risciacquare, usa l'acqua risparmiata in un secchio dalla tua doccia.

Quando vai al ristorante, ordina l'acqua solo se hai intenzione di berla. Se hai intenzione di berla, scegli l'acqua del rubinetto (l'acqua in bottiglia è 1.000 volte più costosa dell'acqua del rubinetto!). L'acqua potabile utilizza anche meno energia per la produzione e il trasporto rispetto ad altre bevande lavorate.

Ho quasi finito con No Impact Week! Domani è il mio ultimo giorno di azione!

Se desideri scoprire qual è la tua impronta idrica, visita http://www.waterfootprint.org.

Connessione alla comunità:

Scopri di più sull'acqua con questi 40 fatti.


Guarda il video: 3 strategie per un detox quotidiano


Commenti:

  1. Nidal

    Sono sicuro che questo è l'errore.

  2. Maahes

    Meraviglioso, questo è un messaggio molto prezioso

  3. Gardale

    Molla!!!

  4. Nigore

    Sicuramente una risposta rapida :)

  5. Mac

    Non posso scrivere commenti dettagliati, ci sono sempre stati problemi con questo, voglio solo dire che l'infa è interessante, l'ho aggiunto ai segnalibri, guarderò lo sviluppo. Grazie!

  6. Standish

    E qualcosa è simile?

  7. Hapi

    Grazie per la spiegazione. Non lo sapevo.



Scrivi un messaggio


Articolo Precedente

Le donne mediorientali ridefiniscono la politica e lo spazio pubblico

Articolo Successivo

Prima di firmare il contratto TESL all'estero ...