Gonzo Traveler: i guai con i soldi dei turisti nell'Etiopia tribale



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Pagare la gente del posto per le fotografie ha avuto un orribile ritorno di fiamma in Etiopia, come scopre Robin Esrock nella sua ultima avventura.

Può diventare un po 'intenso. / Foto Robin Esrock

Mi sveglio al suono di una donna che urla nel culmine sessuale.

Sfortunatamente, non è nella mia stanza, ma piuttosto nella stanza accanto alla mia, anche se con le pareti di cartone potrebbe anche essere sdraiata nel mio letto. Uno scarafaggio corre sul pavimento. Sono le 6 del mattino.

L'aereo da Lalibela è tornato ad Addis ieri sera tardi, con qualche ora di ritardo, niente male considerando quanto ci è voluto per arrivarci. Avevo sperato di controllare la mia posta elettronica, ma l'email è in albergo.

L'intero paese sta ancora utilizzando il dial-up e ci vogliono alcune ore per controllare la mia casella di posta da un internet cafè in fondo alla strada. C'è un solo fornitore di servizi, il governo. C'è un solo fornitore di telefoni cellulari, il governo. C'è una stazione televisiva, il governo.

Dopo decenni di brutale governo comunista, in cui migliaia di persone sono state uccise e la fame è stata usata come arma politica, l'attuale liberatore di sinistra si sta conformando al modello tipico del dominio africano: quando arriva il potere, anche la corruzione.

Le elezioni più recenti sono state dichiarate una farsa dagli osservatori delle Nazioni Unite. La maggior parte delle persone ha votato per l'opposizione. L'opposizione ha perso. Suona come gli Stati Uniti, in un certo senso.

Queste sono le cose a cui penso, mentre la donna continua a urlare, un diverso tipo di gallo, un gallo scaraboccherà doo.

Voce fuori

Ci vorranno tre giorni in Land Cruiser per la Bassa Valle dell'Omo, una delle regioni culturalmente più diversificate del pianeta. 53 nazioni vivono nell'Etiopia meridionale, la maggior parte con usanze e tradizioni uniche, diverse dalla vita occidentale come le balene lo sono per lo shitsus.

53 nazioni vivono nell'Etiopia meridionale, la maggior parte con usanze e tradizioni uniche, diverse dalla vita occidentale come le balene lo sono per lo shitsus.

Ci vuole un po 'di tempo per uscire da Addis, bloccati dietro camion e autobus che vomitano denso fumo nero direttamente nella parte posteriore della nostra gola. Ci sono mucche in mezzo alla strada, mandrie di capre, asini sovraccarichi.

I bambini corrono davanti alla macchina e in poco tempo vediamo il primo di tanti morti per strada, un asino, spaccato a metà in mezzo alla strada.

Il nostro autista Ayalew suona ripetutamente il clacson, ad animali e persone: la strada è un percorso ad ostacoli che richiede concentrazione assoluta. Bob Marley sull'iPod, ci lasciamo la città alle spalle, i vicoli si fanno più stretti, ma la campagna è rigogliosa con tutte le sfumature di verde della stagione delle piogge.

Dopo poche ore l'asfalto scompare in una striscia di crateri senza fine. Le baracche di latta diventano case di fango diventano capanne di legno con soffitti di paglia. Le piccole città sono affollate di persone e bestiame. I bambini giocano a ping pong e calcio balilla all'ombra degli alberi.

Le baracche vendono di tutto e l'unico edificio che sembra risalire a questo secolo appartiene alla minacciosa Ethiopian Insurance Corporation.

I segnali stradali dipinti a mano mostrano carretti con asini e celebrano "Happy Millennium" e mostrano un bambino morto, e l'unica parola che posso riconoscere è AIDS. La scrittura etiope è fatta di trattini e scarabocchi, con parole inglesi che appaiono occasionalmente e di solito scritte in modo errato.

La modernità della terra dimenticata

Dopo 250 km, guidiamo attraverso Shashamane, accolti da un cartellone dipinto a mano di Bob Marley. I colori rasta sono prominenti, così come gli uomini stranieri alti, i loro dreadlock che svettano sulla gente del posto.

Ogni chilometro lungo l'osso tremante, la strada sterrata fiancheggiata da alberi di acacia sembra cancellare un altro secolo dai recenti progressi dell'umanità.

Niente vetro, niente cemento, niente elettricità, telefoni o TV a grande schermo. Niente campi da tennis e piscine, niente scantinati, niente strade private, né macchine per guidarli. Niente finestre, patio, lavastoviglie e lavatrici.

Dimentica laptop, spazzolini da denti a batteria, materassi, biancheria o vasche da bagno. Butta via il microonde, i frullatori, le scrivanie, gli armadietti e i divani. Qui siamo esattamente come eravamo, prima di parole come Globalizzazione, Rinascimento, Rivoluzione industriale o Cyberspazio.

Vivere in capanne rotonde, lavorare i campi durante il giorno, dormire intorno a un fuoco al buio, usando poggiatesta di legno come cuscini, su un letto di pelle di animale sottile e secca.

Poi una moschea, con un solo minareto, e le capanne hanno sopra un simbolo di mezzaluna. Dopo la Chiesa ortodossa orientale, l'Islam è la seconda religione del Paese e, a differenza della guerra civile nel vicino Sudan, cristiani e musulmani vivono in pace.

Lo scopo del viaggio su strada è visitare le tribù lungo la Rift Valley dell'Etiopia e l'Alaba, sarebbe il primo.

Inizia la frenesia

Il Land Cruiser si ferma e immediatamente siamo circondati da persone disperate e dall'aspetto impoverito. I bambini indossano abiti in stile occidentale che assomigliano a stracci, strappati e sporchi. Le mani sono fuori. Mi sento male allo stomaco e così inizia.

Il fatto che tu debba pagare soldi alla gente del posto per le fotografie ha avuto un orribile ritorno di fiamma in Etiopia.

Per quanto giusto, morale e ben intenzionato, il fatto che ci si aspetta che tu paghi i soldi alla gente del posto per le fotografie ha avuto un orribile ritorno di fiamma in Etiopia.

Non vedo niente di sbagliato nel remunerare qualcuno che appare nelle mie fotografie. È giusto ricompensarli per il diritto di catturare la loro immagine. Il problema è che è diventato un business in questo paese, incoraggiando persone disperate a comparire nelle foto turistiche come mezzo per fare soldi facili.

Quando scatto foto di persone in paesi stranieri, cerco di catturare un'immagine che parli, (mille parole?), Della vita e delle persone che la vivono. Non è mai intenzione manipolare le persone o scattarle foto senza il loro permesso.

Cerco l'autentico, il reale, il momento.

Quindi considera l'impatto di una folla che chiede di scattare la loro foto e paga pochi secondi dopo averlo fatto. Sono finiti i momenti in cui le persone erano persone, rimpiazzate da persone che fanno qualunque cosa possa indurre gli stranieri a tirare fuori le loro macchine fotografiche e il loro portafoglio.

È uno sfruttamento innegabile, da entrambe le parti, e il risultato mi ha lasciato scattare foto senza tempo con un ricordo di accompagnamento che preferirei dimenticare del tutto.

I soldi fanno impazzire tutti

Uno dei tanti esempi: ci fermiamo per unirci a un gruppo di gente del posto su un carro trainato da asini sul lato di un'autostrada. Chiedo prima il permesso e poi quanto costerà il biglietto. Mi hanno detto 20 birr.

Julia e sali sul carro e il povero asino si solleva, vengono scattate alcune foto. La gente ride e sorride e io mi sento generoso così tiro fuori una banconota da 50 birr (circa $ 5).

Ciò che ne è seguito è stato un incontro impegnativo, il gruppo si è rivoltato a vicenda, chiedendo più soldi, afferrandomi da tutte le direzioni, strappandomi letteralmente i soldi dalle mani. Sono stato minacciato, spinto e ho dovuto correre per la sicurezza dell'auto. Tutto perché volevo una foto, per la quale ero disposto a pagare più del doppio del prezzo concordato!

Come potrebbe non contaminare un'esperienza? Come mi ha detto un ragazzo a Jinka:

"I soldi fanno impazzire tutti!"

"Tutto quello che sanno di ferengis sono delle ONG e dei turisti", mi dice Da Witt davanti a un caffè ad Addis.

È un nutrizionista locale che lavora per una ONG. Come le nostre guide e piloti, ride della Ferengi Frenzy, come viene chiamata, ma non c'è dubbio che abbia lasciato un impatto negativo sul nostro team.

C'è un Etiopia dove è consuetudine rifiutare doni e dispense. C'è un'Etiopia dove le persone si prendono cura e si sostengono a vicenda, sono cordiali, aperte e amichevoli con gli estranei, desiderose di imparare l'una dall'altra.

Sfortunatamente, se sei un turista in città per due settimane e hai intenzione di visitare luoghi suggeriti da un'agenzia turistica, è probabile che non lo vedrai.

Il linguaggio universale

Avevo bisogno di trovare un modo per sfondare, e mentre la musica può essere la lingua internazionale, il calcio è al secondo posto. Ci fermiamo in un paese e compro un pallone da calcio.

Dopo la partita, ho donato la palla. / Foto Robin Esrock

Per i Konso, famosi per i loro terrazzamenti agricoli, volevo rompere la gabbia dello zoo umano. Le cose erano subito diverse. I turisti pagano una tassa in anticipo e ottengono una guida locale, che mi ha detto che i soldi sono divisi con la tribù.

Anche se i bambini ci hanno sommerso con le loro mani familiari, la nostra guida locale di nome Chu Chu li ha tenuti in fila. Ha spiegato il significato delle mura tribali, come gli uomini non sposati vivono insieme e servono la comunità, come vengono usati gli alberi per determinare l'età del villaggio.

Alla fine stavo imparando qualcosa, poi ho tirato fuori il pallone da calcio e ho imparato molto di più. Sia che stavo semplicemente distraendo i bambini o attinto dal desiderio di interagire sinceramente con uno strano ferengi, abbiamo scelto le fazioni, giocato a calcio e ci siamo divertiti.

Che mi stessi illudendo o vedendo la verità, per mezz'ora non sono stato un aiuto umano, solo un viaggiatore in una terra straniera che cerca di connettersi.

Successivamente Chu Chu mi ha mostrato un gioco tradizionale chiamato grayka, che coinvolgeva un pezzo di legno e molti salti (il salto era il mio forte), e presto tutti erano entrati in scena. È stato solo quando abbiamo iniziato a dirigerci verso la macchina che la frenesia ha ripreso a farsi sentire, le richieste di denaro, o "Highland" - bottiglie vuote di acqua confezionata.

Ho dato una buona mancia a Chu Chu, ha risposto con sincerità genuina e me ne sono andato sentendomi un po 'meglio per come potevano essere le cose. È un catch-22 in qualsiasi paese.

I turisti vogliono interagire con i locali indigeni, ma il processo di interazione cambia il modo in cui vivono i locali e, alla fine, ciò che ottieni è l'estrema disfunzione della tribù dei Mursi.

Settimana prossima: mostrami un po 'di Mursi


Guarda il video: Ritagli di viaggio in Etiopia Omo River no slideshow Avventure nel Mondo video di Pistolozzi Marco


Commenti:

  1. Lansa

    Concorrenza casuale

  2. Berke

    Quale risposta divertente

  3. Kalrajas

    Penso che tu non abbia ragione. Sono sicuro. Noi discuteremo. Scrivi in ​​PM, ne parleremo.



Scrivi un messaggio


Articolo Precedente

Wunderland Kalkar: centrale nucleare trasformata in parco divertimenti

Articolo Successivo

Cinque consigli per iniziare gli agricoltori biologici