Fuga dal cubicolo: 5 passaggi per convincere il tuo capo a lasciarti telelavoro


L'inferno del cubicolo. Foto di Steve Lyon. Lavorare qui ti fa invecchiare velocemente.

Se ti ritrovi a pensare "Posso fare questo lavoro da casa", non solo sognarlo più, fallo accadere. Ecco come.

Non appena ho incorniciato il mio diploma universitario sul muro, ho scoperto di essere solo, rotto e rannicchiato in un angolo di un cubicolo solo per pagare le bollette. Sì, vivere in città era fantastico, più o meno. Per quanto riguarda un lavoro d'ufficio? Ho capito subito che non era il mio genere.

Il futuro sembrava cupo da dietro le pareti del mio cubicolo. Non ero cresciuto in un posto dove le mattine in polvere non erano solo un lusso? Avevo bisogno di scappare dal mio cubicolo e veloce!

Ho iniziato a coltivare l'idea del telelavoro, o lavorare a distanza da casa, in modo da poter utilizzare quelle ore extra (di solito riservate al traffico o giocando a solitario sul mio computer) per uscire e sfruttare al massimo la mia giornata.

Si è rivelato essere un lungo processo di tentativi ed errori per convincere il mio capo che volevo telelavoro. Ok, mi ci sono voluti alcuni lavori e capi per farlo bene. Quindi, nel tentativo di farti risparmiare un po 'di tempo, ho riassunto i cinque passaggi che ho fatto per convincere il mio capo che avrei dovuto telelavoro.


1. Valuta la situazione.

Ponetevi alcune semplici domande. Ti piace un ambiente d'ufficio? Oppure i colleghi e altre distrazioni in ufficio ti infastidiscono facilmente? C'è un motivo per cui prendi 1,25 ore a pranzo invece di una sola?

Mi sono ritrovato a riflettere regolarmente su queste cose. Non si trattava di non essere produttivi. Ho sempre svolto il mio lavoro, ma ho scoperto che c'erano diverse volte durante il giorno in cui essere in ufficio mi irritava. Ho provato a trovare scuse o incolpare altre persone per la mia situazione, ma questo non mi ha fatto sentire meglio. Pensa a cosa funziona meglio per te e dove sarai più felice guadagnando il tuo stipendio.

2. Accetta e abbraccia il tuo lavoro per quello che è.

Quando ho capito che un cubicolo non andava bene per me, sono diventato claustrofobico nel mio spazio di lavoro e ho subito aborrito i miei compagni di cella. Ma non è stata colpa loro. Era ora di fare i conti con la mia situazione e accettarla. Quindi lavoro in un cubicolo dalle 9:00 alle 17:00 o alle 19:00 o alle 20:00 e soffro l'ansia di scegliere un paio di pantaloni stirati e un maglione la mattina prima del lavoro. E allora?

Abbracciare la realtà ti metterà nella posizione di capire cosa vuoi veramente e andare avanti.

Solo perché non ti piace il tuo ambiente d'ufficio non significa che non stai acquisendo una preziosa esperienza lavorativa. Accetta il fatto che, per il momento, lavori in un cubicolo e la decisione iniziale di farlo non è stata un errore. Abbracciare la realtà ti metterà nella posizione di capire cosa vuoi veramente e andare avanti.

3. Crea un piano di gioco.

Se hai deciso che il telelavoro è perfetto per te, non rendere pubblica la tua decisione finché non hai impostato e stai già seguendo un piano di gioco. Convinci il tuo capo che sei indispensabile per l'azienda, indipendentemente dal fatto che tu abbia una presenza fisica in ufficio o meno. Chiedi al tuo capo di investire in TE. Ecco alcuni suggerimenti:

* Sii ansioso di prendere gli occhi rossi e partecipare al seminario aziendale in Ohio.

* Supera le prestazioni dei tuoi colleghi.

* Dimostra di eseguire tutti gli aspetti della tua posizione al punto in cui sarà difficile per il tuo capo sostituirti / addestrare qualcuno di nuovo.

* Prenditi qualche giorno di malattia (tosse, tosse) ma continua a lavorare da casa e stupisci i tuoi superiori con le tue abilità ineguagliabili anche sotto costrizione.

* Sottilmente suggerisce che il pendolarismo ti sta uccidendo e perdi ore preziose seduto in autostrada ogni giorno.

* Forse butta lì che hai ridisegnato il tuo ufficio a casa.

Nota: qualunque sia la tattica che usi, assicurati di approfondire quanto ami il tuo lavoro, quanto sei bravo dopo aver frequentato i seminari (che la tua azienda ha pagato) e che non cambieresti nulla per il mondo.

4. Impegnati nel piano con il tuo capo.

Una volta che il tuo capo è tutto imburrato, sei pronto a sganciare la bomba a T. Fissa un appuntamento per incontrarlo per una revisione. Prepara un elenco di tutti i tuoi attributi positivi (hai partecipato al seminario, hai lavorato da casa quando eri malato), prendi atto di ogni legittima preoccupazione che il tuo capo possa avere e poi spiegagli con assoluta convinzione che il telelavoro è la migliore e unica opzione per te.

In mancanza di un'iniziale, "Provaci!" dal tuo capo, offriti di impostare un periodo di prova in modo che entrambi possiate seguire i vostri progressi lavorando da casa. Assicurati durante questo periodo di documentare ogni singolo aspetto della tua produttività.

5. Vai fuori di testa.

La chiave di tutto questo esercizio è la prestazione e l'unico modo per far piegare il tuo capo è se ti impegni a mantenere la tua promessa e lavori davvero. Sii un monumento di produttività. Segui ogni minimo dettaglio del tuo lavoro (rimani sempre connesso a iChat, metti in CC il tuo capo su ogni email) e mostra al tuo capo che sei più che capace di lavorare in modo efficiente da casa e che entrambi avete preso la decisione giusta.

Dì addio a quelle tetre pareti dell'ufficio! Il telelavoro è una situazione vantaggiosa per tutti. Non solo il tuo capo sarà solleticato dal fatto di aver assunto un dipendente così eccezionale, ma accumulerai ore extra durante la giornata che potrai utilizzare come preferisci.

La conclusione è questa: nessuno all'infuori di te ha il potere di decidere cosa è nel tuo migliore interesse e se lavorare da casa ti aiuterà a sfruttare al massimo la tua giornata, allora fallo accadere.

La linea di fondo è questa: nessuno all'infuori di te ha il potere di decidere cosa è nel tuo interesse e se lavorare da casa ti aiuterà a sfruttare al massimo la tua giornata, allora fallo accadere. La tecnologia ha permesso a tutto di essere a portata di clic. Con Internet, e-mail, Skype, iChat, Central Desktop, ecc. Possiamo essere quasi ovunque nel mondo e riuscire comunque a portare a termine il nostro lavoro.

Anche ora sto scrivendo questo articolo da casa in Idaho, aspettando l'autobus per poter prendere un paio di corse nel tardo pomeriggio sulla montagna prima che la giornata finisca ...


Guarda il video: Julio Velasco - LEADERSHIP: i 5 pilastri per gestire con successo il tuo team


Articolo Precedente

Gonzo Traveller: sopravvivere alle rivolte del manzo in Corea del Sud

Articolo Successivo

Vinci un paio di scarpe KEEN e altro ancora